Comunita

Incendio devasta i boschi di Chiavenna

 

È stata una notte di capodanno fatale, drammatica per i boschi di Chiavenna, devastati da un incendio che va avanti da giorni. Le fiamme hanno avuto origine nel territorio comunale di San Giacomo Filippo: probabilmente sono state originate da alcuni fuochi d’artificio fatti esplodere per salutare il 2016 e dare il benvenuto al 2017, oppure delle lanterne cinesi.

I fuochi d’artificio sono stati sparati nonostante un’ordinanza del comune lo vietasse, proprio per prevenire il rischio di roghi. I tanti appelli dell’amministrazione comunale e delle altre autorità sono evidentemente caduti nel vuoto. È bastato il gesto di pochi sconsiderati per distruggere ettari di vegetazione.

A ingaggiare la battaglia contro il fuoco e contro il tempo sono stati i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Sondrio. È intervenuto anche un elicottero della Protezione Civile regionale. A complicare la situazione, ci ha pensato anche il vento che non solo ha reso difficoltoso il volo di elicottero e canadair, ma ha alimentato le fiamme.

I volontari del Cai (Club alpino italiano) hanno ripulito i sentieri per fare spazio ed evitare il propagarsi delle fiamme. Le indagini volte alla scoperta dei responsabili si sono concentrate su un gruppo di giovani che stava festeggiando il capodanno nella zona dove si è originato l’incendio. Pare che i ragazzi abbiano fatto esplodere alcuni fuochi artificiali e liberato delle lanterne cinesi.

A inchiodarli alle loro responsabilità, ci sarebbe anche un video, ora al vaglio degli inquirenti. Purtroppo ancora una volta la stupidità di pochi incoscienti, ha messo a repentaglio la vita di tante persone e distrutto uno dei boschi più belli d’Italia.